Il numero di marzo da scaricare in anteprima. State sani, leggete Astigiani!

Pubblicato il Pubblicato in rivista

È l'invito che la redazione della rivista di storia e storie rivolge a chi in questi giorni è costretto in casa. Sul sito www.astigiani.it  si può sfogliare e leggere in anteprima il numero 31 del trimestrale che sarà nelle edicole dal 20 marzo. “La nostra è una rivista di carta, che viene sfogliata, letta e custodita in biblioteca, ma il momento eccezionale ci ha indotto ad offrire una opportunità gratuita a tutti” commenta il presidente dell’Associazione Piercarlo Grimaldi. Per avere la copia digitale di Astigiani, è sufficiente compilare il modulo in questa pagina. Riceverete una email con il collegamento da cui scaricare la rivista in pdf.

Leggi in anteprima Astigiani di marzo

Scrive il direttore Sergio Miravalle nel suo editoriale: "Stiamo tutti soffrendo un nemico invisibile e subdolo che ci obbliga a modificare abitudini e stili di vita. Le misure anti contagio hanno l'obiettivo di favorire il distanziamento sociale, cioè ridurre i contatti tra le persone, svuotando i luoghi dove la gente si ritrova. Si chiede ai cittadini a stare a casa.

Anche Astigiani rispetta tali misure e per la prima volta questo numero 31 della nostra rivista non sarà possibile presentarlo pubblicamente. Avevamo intenzione di farlo sabato 21 marzo, primo giorno di primavera. Questa presentazione sarebbe stata, come tutte le altre, un momento speciale di incontro tra Astigiani e i suoi tanti lettori e abbonati. Un modo per ritrovarsi e condividere i contenuti della rivista e i progetti dell'associazione. La redazione ha lavorato intensamente per non mancare all'appuntamento”.

Rinnova la tua quota associativa/abbonamento ad Astigiani

La rivista è andata in stampa e arriverà comunque nelle edicole, come sempre a 7 euro, e sarà regolarmente spedita agli abbonati che la potranno anche ritirare, appena possibile, passando dalla nostra sede di via San Martino 2. Ma considerato il momento particolare Astigiani è già a disposizione gratuitamente in anteprima.

Ecco una sintesi del sommario. In apertura c’è l’annuncio dell’Operazione Bosco degli Astigiani per dare un nuovo parco alla città. Abbiamo ripercorso la storia delle elezioni politiche dal 1946 ad oggi ricordando i deputati e i senatori che hanno rappresentato l'Astigiano in Parlamento.

Potrete conoscere la storia e conseguenze dell'eccidio nazista di Villadeati del 1944 e la straordinaria vicenda d'amore e giustizia vissuta da Valdo Fusi a Isola d'Asti. Scoprirete i tesori di legno e avorio dell'astigiano Giuseppe Maria Bonzanigo per non dimenticare un artista di valore mondiale a 200 anni dalla scomparsa. Gli abbiamo dedicato la copertina con un bellissimo particolare di una sua incisione.

E ancora. Ci prepariamo al Giro d'Italia raccontando la storia delle tappe che hanno interessato l'Astigiano e i ciclisti che lo hanno disputato. L'intervista della serie "Confesso che ho vissuto" vi porterà conoscere aspetti anche inediti della vita di Massimo Berruti, il campione canellese della pallapugno, atleta e artista. Per l’Album di famiglia abbiamo aperto le pagine di Astigiani ad una collezione inedita di cartoline dedicate al vino.

Nelle rubriche troverete i 30 anni della storia della Cerot band, la vicenda degli aleramici che emigrarono in Sicilia al tempo dei Normanni, i sogni di un giovane attore che recita con i grandi del teatro, e poi ancora il legame intenso tra Alfieri e Dante, il viaggio della vita di un rocchettese tenace, così come tenace è una famiglia che vende pesce agli astigiani da 60 anni o un’azienda che producendo molle rimbalza nel mondo.

Questo e molto altro ancora su Astigiani 31 in uscita nella primavera del 2020, ai tempi del corona virus e in anteprima gratuita sul sito www.astigiani.it Perché lo ripetiamo “State sani, leggete Astigiani”